buzzoole code buzzoole code

giovedì 18 ottobre 2012


Come scegliere e usare l'esfoliante viso


Ogni giorno la nostra pelle si espone ad aggressioni esterne che possono essere microparticelle, polvere, eccesso di smog, tossine di vario tipo e via dicendo. Inoltre la pelle è programmata per produrre sebo: è un normale meccanismo difensivo, ma quando il sebo diventa troppo rischia di ostruire i pori, causando foruncoli e l’effetto “pelle lucida”. Per questi motivi la pulizia del viso diventa un aspetto fondamentale di ogni routine di bellezza che si rispetti; non basta struccarsi ogni giorno con latte detergente e tonico, è necessario utilizzare anche un buon esfoliante viso.


In questo modo i pori vengono purificati in profondità e appaiono immediatamente meno dilatati. Dopo pochi giorni la pelle diventa più morbida e liscia e acquisisce freschezza e luminosità.
Un tipo di esfoliante viso è il peeling chimico, che attraverso sostanze come l'acido glicolico, l'acido salicilico e l'acido lattico rompe i legami cellulari, permettendo la rimozione delle cellule morte. Va fatto dall'estetista o dal dermatologo ed è un trattamento piuttosto aggressivo. Per alcuni giorni la pelle rimane arrossata e non ci si può esporre al sole per un tempo che varia a seconda della percentuale di acido usato.

Un altro tipo di esfoliante viso è lo scrub. Questo ha minori controindicazioni rispetto al peeling perché è meno aggressivo ma, di contro, l'efficacia diminuisce. Tuttavia, utilizzandolo due volte a settimana se si ha la pelle grassa e una sola volta o anche meno se la pelle è delicata, può dare ottimi risultati. Lo scrub è una crema detergente che contiene dei piccoli granelli che, frizionando la pelle, trascinano via le cellule morte che inspessiscono la grana superficiale. Va spalmato sull'epidermide con movimenti circolari e poi risciacquato con acqua tiepida. I granelli possono essere costituiti da varie sostanze (polietilene, noccioli di frutti o semi polverizzati o sali) e più grandi e resistenti sono, più lo scrub è aggressivo. Quindi è fondamentale sceglierlo secondo il tipo di pelle: per le pelli più delicate è bene cercare un prodotto con granuli piccoli e morbidi, se invece la pelle è grassa si possono usare degli scrub più potenti, con granuli più resistenti e compatti e di dimensioni maggiori.

Gli scrub possono anche essere prodotti in casa, mescolando sostanze idratanti e granulose. Per il viso si possono unire, ad esempio, miele e zucchero, oppure olio e sale se la pelle è particolarmente secca. Se invece si vuole preparare uno scrub per il corpo i granuli possono essere più grossi: zucchero di canna o sale grosso.